20 aprile 2015

marmellata di limone



Sto facendo "il pieno" di limoni... in casa ne stanno arrivando a vagonate, bellissimi, gialli come il sole, graditissimo regalo da parte di diversi amici. Per di più, anche i miei due alberelli qualcosa hanno cominciato a produrre e per quanto i limoni per me siano "come il prezzemolo" - li utilizzo dappertutto e la scorza non trattata è come manna - ormai cominciavo ad accumularne un po' troppi. 
Ho provato a metterne diversi in salamoia (sto sperimentando ricette mediorientali), se la ricetta riuscirà la vedremo in seguito, e con un paio di chili ho fatto la marmellata. 
Una ricetta semplicissima e veloce, se non fosse per il tempo di riposo, in acqua, che serve a far perdere l'amaro alle scorze. Però... mentre riposano voi non dovete fare nulla, no?
Buonissima, con una leggera punta di amaro che non guasta, molto aromatica, da spalmare sulle fette biscottate a colazione, ma anche - credete che non lo faccia? - da gustare a cucchiaiate (beh, cucchiainate, si dice?) per una piccola coccola dolce, ma non stucchevole.  
Vi lascio la ricetta con un paio di consigli, nei passaggi da rimarcare. 

13 aprile 2015

muffin salati ai broccoletti



Un post breve per una ricetta rapida, ma gustosissima. 
Avevo ancora qualche broccoletto del mio orto, da raccogliere in fretta prima che primavera provvedesse a trasformare quelle belle cimette golose in un bel bouquet fiorito... in poche parole, in gergo contadino, prima che spigassero; ne ho ricavato un piatto leggero, da completare con una semplice insalata
Nonostante l'utilizzo di ingredienti d'origine animale, chi vuole potrà molto facilmente trasformarlo in vegan, semplicemente eliminando il pochissimo formaggio e sostituendo il latte vaccino, per me parzialmente scremato, con altro vegetale; il sapore non ne risentirà. 
Altri grassi? Esclusivamente il mio "amato" olio extravergine d'oliva ligure (taggiasco... sempre!). 
Unica "pecca", per me: pensavo che la senape conferisse un sapore più deciso, invece s'è un po' "persa"; prossimamente replicherò, magari con altra verdura, aumenandone la dose...

07 aprile 2015

torta veg alla banana e frutti rossi

 

Questa torta l'ho vista qui e mi ha subito conquistato per la sua promessa di "umida morbidezza", nonostante si tratti di uno dei famosi dolci "senza". 
Mi ha talmente conquistato che ho voluto rifarla quasi tale-quale (qualche variazione per me è praticamente d'obbligo, oltre alla conversione, non sempre facile, dei "cup" in grammi!) e posso dire che le promesse sono state mantenute.
Per me è stata anche l'occasione per testare una nuova farina, di miglio integrale, scovata tra gli scaffali di un supermercato, anche se per prudenza non ne ho aggiunto molta. Ho inoltre provato a proporla in due versioni diverse, utilizzando latte parzialmente scremato per la prima e percorrendo la strada vegana nella seconda. 
Assolutamente soddisfacenti entrambe, posto quella senza alimenti di origine animale; chi di voi lo preferisce potrà sostituire il latte di cocco con quello vaccino, aumentando di 10/15 ml la dose d'olio, in considerazione della maggior concentrazione di grassi presenti nel primo. Prossimamente la proverò con il latte di mandorla e già mi sembra di sentirne il sapore... Vi saprò dire :) .
Circa i frutti di bosco ho utilizzato quelli surgelati, perché erano arrivati al punto di non ritorno; insomma, li dovevo consumare. Ovviamente, ora che andiamo verso la stagione "giusta", penso che il risultato sarà ancora migliore usando prodotti freschi e io non aspetto altro che le mie piante di lamponi mi regalino i loro grossi e succosi frutti rossi...