Passa ai contenuti principali

datteri ripieni ai pistacchi e cioccolato




Per la verità il titolo è un po' fuorviante, me ne accorgo ora. Infatti il cioccolato è fuori e non nel ripieno, ma tant'è, ormai è fatta. La storia è che stavo cercando ricetta al cioccolato per partecipare ad una delle gare a cui sono iscritta. Sfogliando uno dei miei libri (Il cioccolato - Ed. Il Viaggiatore, la copertina è qui, la rubrica... chissà quando la finirò) sull'argomento, mi sono imbattuta nella ricetta di questi datteri. Questo frutto, preparato con un ripieno di pasta di mandorle, a casa mia è ormai diventato una consueta presenza invernale, ma l'idea di sostituire le mandorle con i pistacchi non l'avevo mai avuta. Il loro colore, questo verde così vivace, era una vera gioia per gli occhi. Un rapido ragionamento: gli ingredienti li avevo, sia i pistacchi, ultimi resti delle preparazioni dolci natalizie, che i datteri, ed allora?
Allora eccoli qui. Come consueto ho apportato un po' di variazioni, in base al mio gusto ed il risultato è stato soddisfacente e delicato; dei datteri dall'aspetto vagamente mediorientale, adatti ad un'idea-regalo per amici golosi. Unico neo: all'ultimo minuto mi sono accorta di aver finito il cioccolato fondente; ormai la pasta di pistacchio era pronta... ho ripiegato sul gianduia. Buono, però devo confessare che... un bel fondente extra-dark ci sarebbe stato ancora meglio!

Ingredienti:
20 datteri
50 grammi di pistacchi non salati (non quelli che si usano come aperitivo!)
50 grammi di zucchero a velo
25 grammi di zucchero semolato
50 grammi di cioccolato (fondente o gianduia o bianco se volete un bel contrasto di colore) 
poche gocce di essenza di vaniglia (facoltativo)
un cucchiaino di rum
mezzo cucchiaino di glucosio (o miele delicato tipo acacia o millefiori)

Esecuzione:
sbollentate i pistacchi per un paio di minuti, scolateli e togliete la pellicina esterna.

Tritateli finemente in un mixer insieme allo zucchero semolato.


Denocciolate i datteri; fondete il cioccolato a bagnomaria. 

Preparate la pasta mischiando la farina di pistacchio con lo zucchero a velo, l'aroma di vaniglia, il rum ed il glucosio od il miele. L'impasto dovrà risultare piuttosto sodo, pertanto non eccedete col liquore ma aggiungetelo poco alla volta.

Dividete l'impasto in venti pezzi, modellateli a cilindretto ed inseriteli uno ad uno nell'incavo dei datteri.

Immergete la parte inferiore dei frutti nel cioccolato fuso, fate rapprendere su carta forno e rifinite, se volete, "lucidando" la parte superiore con una spennellata di miele e spolverizzando con zucchero a velo. Mettete nei pirottini da dolci e servite. 



Commenti

  1. Anche tu però, così di prima mattina proponi delle delizie del genere... Io vado matta per i datteri e anche per il cioccolato. Senti, quei bicchierini li ho molto simili anch'io. Vengono dalla Tunisia per caso? Io li ho comprati li. Ciao e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  2. Hanno un aspetto meraviglioso! E credo che l'abbinamento datteri pistacchi sia veramente interessante
    Brava

    RispondiElimina
  3. @ Meris: meglio, no? Le calorie mattutine si bruciamo più facilmente! Circa i bicchieri, ti ho raccontato... sono dei bicchierini purosangue FRANCESI!
    @ Marcella: ciao e bentornata; l'abbinamento datteri-pistacchi è molto più delicato che quello con la pasta di mandorle! Provare per credere...

    RispondiElimina
  4. Golosi e originalissimi, una fantastica idea!!! Complimenti cara, un abbraccio e buon we

    RispondiElimina
  5. io mi ingrasso solo a guardarli, che meraviglia! e complimenti anche per le foto, è proprio una bella presentazione!

    RispondiElimina
  6. Un primo "complimenti" va per le foto...Sembrano quelle dei libri di cucina....Brava!!! Ho letto la storia dei bicchieri da Meris :)....L'importante è che siano bei becchieri......alla fine..nessuno se ne accorgerà :) :)
    La tua riceta è deliziosa e delicata...Ottimo abbinamento di sapori...Brava davvero!! Mi hai lasciata di stucco gia di prima mattina!!!

    RispondiElimina
  7. Quanto mi piacciono e datteri e con i pistacchi devono essere una favola!!! Grazie Fausta, splendida ricetta, baci!!!

    RispondiElimina
  8. Fausta, ma non ho parole!!! questi dolcetti ipercalorici sono irresistibili, vorrei acchiapparne uno e sentirlo sciogliere in bocca... le foto poi sono strepitose, bravissima!!! Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  9. Grazie a te Fausta, mio cicerone... ogni giorno una nuova scoperta nel meraviglioso mondo del blog, ed è merito tuo... seguirò le tue indicazioni e parteciperò ad altri contest di questa bella comunità! Buona serata e a presto!!!

    RispondiElimina
  10. Che dolcetto super goloso e che scenografico!!!
    Perchè non partecipi al contest dei pistacchi???
    Buon lunedì

    RispondiElimina
  11. Bellissime foto, ottima ricetta, blog favoloso!

    RispondiElimina
  12. @ Sara: esagerata! (ma lo accetto perché so che lo dici col cuore)
    @ Laura: grazie per la segnalazione, ma per una volta preferisco saltare il turno!
    @ Fantasie: ricambio la visita molto volentieri... a presto

    RispondiElimina
  13. ma che buoni devono essere?!? I bicchieri avrei detto che venissero dal Marocco, invece scopro che sono francesi... so lovely! ciao!

    RispondiElimina

Posta un commento