w

02 febbraio 2011

gnocchi di farina con pomodori piccadilly

 

Questa è una ricetta semplicissima ma molto gustosa. Gli gnocchi di farina imperversavano sul web alcuni mesi fa (ora, per la verità, non saprei, io ho smesso di cercarli dopo aver capito come si fanno). Più semplici, ma soprattutto molto più veloci, di quelli di patate, a noi sono piaciuti subito e sono quindi entrati a far parte del mio ricettario personale (e mentale), quello dove rovisto ogni volta che voglio fare qualcosa di un po' diverso, di rapida esecuzione e che non sia la solita pasta.
Altro vantaggio degli gnocchi così preparati é che anche facendoli in anticipo, ad esempio il mattino per la sera, non diventano molli come quelli a base di patate; una gran bella cosa, specie se aspettate ospiti.
L'altro giorno avevo amici a cena; li ho fatti e conditi in modo semplice: pomodorini, olive, pinoli: ce li siamo spazzolati tutti, nonostante ne avessi preparato una bella quantità (se pensate che non ci fosse altro da mangiare vi sbagliate: c'era anche il secondo). Così, per poterli postare, Antonio ed io ci siamo dovuti sacrificare e ieri li ho rifatti. Un bel sacrificio, non c'è che dire. Anche stavolta, se non ne mettevo un po' da parte per condirli all'ultimo e fotografarli, rischiavano nuovamente di sparire tutti, ed io di doverli rifare per la terza volta in pochi giorni. La gola...che ci possiamo fare?
P.s. la foto è un po' chiara, in realtà il sughetto c'è e la preparazione assume una bella tinta rosata.

Ingredienti (per 4 persone):
500 grammi di farina 00
500 grammi di pomodorini piccadilly
due cucchiai di olive taggiasche (le mie: sott'olio e senza nocciolo)
un cucchiaio di pinoli
un pizzico di zucchero
sale q.b.

Esecuzione:
per gli gnocchi: portare ad ebollizione mezzo litro di acqua con un pizzico di sale; versare la farina, amalgamare, spegnere il fuoco e rovesciare il composto sulla spianatoia leggermente infarinata.

Lasciate riposare solo pochi minuti il composto, giusto il tempo per non ustionarsi, poi, ancora caldo, lavoratelo raccogliendo man mano un po' di farina, esattamente come si fa per gli gnocchi di patate.

Formate i rotolini, tagliate a tocchetti e rigate con la forchetta o con l'apposito attrezzo.

Mettete sul fuoco l'acqua per la cottura della pasta e mentre aspettate l'ebollizione preparate il sugo: lavate e tagliate in quattro pezzi i pomodorini.

Fate tostare leggermente i pinoli in una padella antiaderente.

In un'altra padella (se usate la stessa dovrà prima raffreddarsi leggermente) scaldate due cucchiai d'olio, versate i pomodori e fate saltare velocemente regolando di sale ed aggiungendo un cucchiaino di zucchero, per smorzare l'acidità del pomodoro.

La cottura del sugo sarà rapida, quel tanto che basta affinché i pomodori emettano la loro acqua e si ammorbidiscano un po'. Per ultimi aggiungete le olive ed i pinoli.

Lessate gli gnocchi, scolateli con un ragno o con la schiumarola, versateli nel sugo e fate saltare.

Servite caldi così come sono... secondo me. Se invece volete fare come il mio maritino aggiungete un po' di parmigiano (ma lui lo metterebbe anche nella macedonia).

10 commenti:

  1. guarda cara il dubbio che tu per i tuoi fortunatissimi ospiti non avessi preparato un secondo non mi ha nemmeno sfiorata per un attimo... e certo che se fossi più vicina....
    non ho dimenticato la ricetta del pane... stasera conto di mandartela...
    buona giornata!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Antonella, non bedo l'ora di pubblicarla e di farla in prima persona! Baci (per gli gnocchi, posso spedire... ehm, scherzavo)

    RispondiElimina
  3. Ciao piacere di conoscerti veramente gustosi questi gnocchetti.Se passi da me c'e' una sorpresa per te Ciao Fausta

    RispondiElimina
  4. Ma sai che non sapevo che gli gnocchi si potessero fare anche così..? Mi sembra più veloce come procedimento!
    Comunque.. buoni questi gnocchi con pomodorini..mi riportano subito all'estate..

    RispondiElimina
  5. Un saluto a Mousse (che poi ho scoperto che si chiama come me) ed a Luana: sì questi gnocchetti sono molto veloci e molto buoni... io li considero una delle famose ricette salva-tempo! Provare per credere. Ciao

    RispondiElimina
  6. Ciao Fausta,mi fa piacere lo stesso che tu abbia comunque accettato il premio,per quanto riguarda la scelta del tuo blog non e' stata casuale, il motivo e' il seguente:l'immaggine che hai usato per il tuo profilo e' un'attrice che a me e' sempre piaciuta molto,per la sua eleganza innata, il suo charme e quel non so che',che la rende elegante anche quando chiama un taxi con un fischio.
    Ps: anch'io vivo in riviera,ma prediligo la montagna.
    Un bacione Fausta

    RispondiElimina
  7. Ciao Fausta , che belli questi gnocchetti!
    Ho visto che sei passata a trovarmi e devo dirti che hai ragione le ricette tramandate dalle nostre mamme valgono più dell'oro.E per quanto riguarda la scarpetta siiiiiiiii , e di rito!!!!

    RispondiElimina
  8. Che delizia questi gnocchi!! Da oggi ci sono anch'io tra i tuoi sostenitori!
    Se ti va passa da me!
    Buona serata

    RispondiElimina
  9. per Mousse: ebbene sì, anch'io ho una debolezza per Audrey H.; il suo fascino fa presa su molte generazioni (mia nipote, 14 anni, ha la sua foto sul cellulare e l'ha caricata anche su quello della sua cara zietta).
    Per Daniela: ma guarda che non avevo dubbi, la scarpetta è unoi dei famosi piaceri della vita!
    Benvenuta Marcella, vengo presto a trovarti
    Un saluto a tutte

    RispondiElimina
  10. Ciao Fausta :)Si,sono malatuccia.....influenza ed emicrania da due giorni!! Sono a casa e mi annoio da morire, però non riesco a trovare la forza di fare qualcosina di buono!!
    Che bel piatto che hai fatto..Onestamente io li preferisco così senza le patate...sono molto più buoni e leggeri (parere personale ovviamente)....mi piace un sacco l'idea dei pinoli..io li adoro!!

    RispondiElimina