w

19 aprile 2013

pancakes al cacao con salsa al mandarinello


C'è una rappresentazione teatrale che deve essere "supportata". 
C'è il morale delle truppe che va tenuto alto.
C'è una foodblogger (o presunta tale) che funge anche da tecnica del suono.
C'è una scena dove paziente ed infermiera cominciano a mangiucchiare fegato alla veneziana con puré.
Ci sono due attrici che al solo sentire l'odore del fegato potrebbero rimettere in scena (e non sarebbe un bello spettacolo... beh, magari, uno spettacolo dentro lo spettacolo...).
Ci sono due attrici che si rivolgono alla food-blogger-finta-tecnica-del-suono (ed il finta è bivalente, per questo sta in mezzo!) per chiedere cosa si può fare per sostituire fegato e purè.
Pancakes al cacao con crema pasticcera. E vi assicuro che tra prove e rappresentazione (di questa sera) i pancakes e la crema pasticcera mi escono dalle orecchie! Fortuna che almeno la mela cotta non ha bisogno di camuffamenti.
Qui i pancakes (che nonostante non ne possa più di farli sono buoni!) li ho accompagnati da una salsina, una simil-butterscotch veloce veloce aromatizzata al mandarinello home-made. Per la cottura consiglio il burro chiarificato; io ho dimenticato di usarlo ed ho dovuto pulire la padella con uno scottex ogni due/tre pancakes per evitare l'annerimento del burro di cottura.
Quanto al mandarinello, quella sarà un'altra storia...


Ingredienti (per una dozzina di pancakes):
100 g di farina 00
25 g di zucchero
20 g di cacao amaro
180 g di latte (io mezza crema)
20 g di burro sciolto (più un altro po' per la cottura olppure una noce di burro chiarificato)
un uovo
un cucchiaino di lievito per dolci 
per la salsa:
80 g di sciroppo d'agave*
80 g di panna da montare
mandarinello a piacere per aromatizzare


Esecuzione:
setacciate in una scodella gli ingredienti asciutti (farina, cacao,zucchero e lievito); in un'altra mischiate con una frusta quelli "umidi" (latte, uovo, burro fuso) ed unite i due composti. Amalgamate, sempre con la frusta, fino ad ottenere una pastella. 
Scaldate una padella antiaderente e ungete con un velo di burro; versate un cucchiaio abbondante di pastella e cuocete per pochi istanti a fuoco medio. Non appena si sarà rappresa la parte sottostante girate il pancakes e terminate la cottura dall'altro lato. Proseguite così fino ad esaurimento della pastella.
Tenete in caldo finché non avrete completato la cottura di tutti i pancakes. 
Per la salsa: mischiate il succo d'agave con la panna e portate ad abollizione. Lasciate consumare, rimestando, finché la preparazione non si sarà un po' addensata ed avrà assunto un colore "mou chiaro". 
Spegnete, lasciate intiepidire ed aromatizzare col mandarinello. 
La salsa durante il raffreddamento di ispessirà ulteriormente.
Andrà servita tiepida con i pancakes (nel caso potrete riscaldarla brevemente); se invece la vorrete utilizzare a temperatura ambiente potrete raggiungere la densità desiderata aggiungendo, una volta fredda, un po' di panna o altro liquore.     
*per Marina: ed ecco utilizzato il mio sciroppo d'agave languente in frigo... 


                     
   
                           
   

35 commenti:

  1. Al cioccolato non li ho mai provati......bisogna provvedere al più presto.
    Un abbraccio a te.

    RispondiElimina
  2. Ma che bella una rappresentazione :) poi ci devo raccontare tutto !!!
    Non ho mai fatto i pancakes ma ogni volta che li vedo mi fanno tornare la voglia di provarli:) al cacao poi ancor di più e con quello sciroppo devono essere speciali!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  3. ahahahahaha bè... con un po' di fantasia (e magari soprattutto se visti lontano dal palco) possono lontanamente ricordare nell'aspetto il fegato alla veneziana! Per fortuna, il gusto dev'essere di tutt'altro tipo! Complimenti alla finta tecnica del suono, risultata essere una vera (e sottolineo vera) food blogger! :-)

    RispondiElimina
  4. Sono solo 8gr ma se volessimo sostituire lo sciroppo d'agave? Bellissime pancakes! Un bascione!

    RispondiElimina
  5. Ottimo questo fegato con purè!! Devo dire che anche io non amo molto questo piatto, e decisamente il tuo "camuffamento" va molto più d'accordo con i miei gusti!!! Spero solo che il profumo di cioccolato e di mandarino non vi abbia tradito (magari con gli spettatori in prima fila..)!!!
    un abbraccio
    sara

    RispondiElimina
  6. Ecco vedi, dovevi scriverlo alla fine che i pancakes dovevano sostituire il fegato (che a me piace), perchè adesso in quel piatto ci vedo il fegato... però è un fegato bellissimo! ;-)
    bacioni
    PS: ti risponderò presto, sono in un mare di casini.

    RispondiElimina
  7. ciao cara ma che bei pancakes e che bell'abbinamento di sapori!

    RispondiElimina
  8. Immagino ci sia da impazzire a volte...la mia famiglia è composta da me e mio marito..gusti assai simili..e quindi non vado in contro a certi problemi ;)
    I tuoi pancakes sono sublimi...ma mi chiedo se ci sia mai stato qualcosa che hai preparato e che non mi sia piaciuto ;)
    Bacio e buon fine settimana !

    RispondiElimina
  9. mmmmmmmm...al cacao non li ho mai fatti....squisitiiiii! E che dire della salsina?!!

    RispondiElimina
  10. L'idea della sostituzione del fegato con i pancakes al cacao e del purè con la crema è davvero geniale, altro che tecnica del suono-finta, qui si tratta di chef vera e geniale!!

    Ho provato per la prima volta i pancakes la scorsa domenica, credevo che non mi sarebbero piaciuti, mi sbagliavo!

    RispondiElimina
  11. Ma che brava che sei mia cara! Tuto quello che decidi di fare tu come per magia si trasforma in opera d'arte! Ti abbraccio forte forte e ti auguro buon WE!

    RispondiElimina
  12. ecco, io sarei stata del tipo che gradisce il pancake al posto del fegato (pensa che i miei genitori hanno tentato più volte di propinarmelo, ma non sono mai riusciti a fregarmi nemmeno da piccolissima) quindi una ricettuzza in più per queste ottime frittelline è sempre la benvenuta
    Baci :)
    tutto bene lo spettacolo stasera?

    RispondiElimina
  13. Io invece non sono un'attrice ma un'infermiera sì, quindi dato che il fegato mi piace e il purè pure (scusa il gioco di parole) potevo fare la controfigura così evitavi di impazzire a preparare una quintalata di questi ottimi pancake :)
    Brava!!

    RispondiElimina
  14. Comunque come foodblogger non sei finta, anzi, e come idee ne hai da vendere, guarda qua :)

    RispondiElimina
  15. Si, effettivamente, un po' fegatosi sono...inquietanti...

    RispondiElimina
  16. io i pan cakes li ho mangiata stamattina fatti dalle mani della mia dolce ragazza americana che vive con noi fino a maggio ma ..sono fatti con i loro preparati... non erano male . Vuoi mettere la versione italianizzate dei nostri la tua al cacao e sciropppo d'agave ? buona domenica simmy

    RispondiElimina
  17. uhhh che buoni! ma sai che non sapevo si potesse mettere il cacao nel'impasto? mhhhh...e il mandarinello poi...lo vorrei fare ;-) baci e buona domenica :-X

    RispondiElimina
  18. se proprio non ne puoi più ti posso dare yna mano per l prossimo giro...

    RispondiElimina
  19. Dessert raffinato e sfizioso!
    un bacione

    RispondiElimina
  20. esilarante la scena sul set...deliziosi i pancake al cioccolato!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  21. strepitosi e con quella salsina poi...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  22. abbianre cacao e agrume non è facile ma trovo la tua ricetta particolarmente riuscita

    RispondiElimina
  23. Carissima Fausta, passare di qui è sempre un piacere!!!
    Ci si diverte a leggerti e si impara sempre qualcosa!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  24. Per me che vuoi dalla voglia di assaggiare i pancakes questa descrizione e queste foto sono celestiali. Ma forse sta per arrivare anche il mio momento dell'assaggio... magari per il 1° maggio mi butto sulla colazione all'americana... :-)
    Una tecnica del suono che sa cucinare e dare consigli di cucina... cosa si può desiderare di più?!
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  25. semplicemente meravigliosi!!buon 1° maggio,Fausta ^;*

    RispondiElimina
  26. quella salsina mi fa venire l'acquolina, sei sempre troppo avanti!! un bacione

    RispondiElimina
  27. dei pancakes sto scoprendo le virtù... una colazione che è molto più di una coccola!
    Ottima la tua versione!
    ciao ficoeuva

    RispondiElimina
  28. Dev'essere brava questa finta tecnica del suono se lo è quanto la finta blogger in cucina ^_^
    Poi vogliamo i dettagli dello spettacolo!
    Belli questi pancakes, una colazione da leccarsi i baffi :)

    RispondiElimina
  29. Come mai tutto ciò che è salsa voluttuosa mi mette in subbuglio la pancia? Non posso soffermarmi su qui pancakes con quella lava al mandarino che rende quella pila di focaccine assolutamente irresistibile...potrei fare come Homer Simpson: tutte in bocca in un colpo solo!
    Pazza!
    Pat

    RispondiElimina
  30. meravigliosi i tuoi pancakes e soprattutto originali! :)

    RispondiElimina
  31. Ma quindi mi sei diventata una tecnica del suono? Ma wow!!! Io adoro il teatro tantissimo.. Mi piacerebbe lavorarci da architetto o da curatore delle scene:) chissà.. Intanto bella idea la tua ricetta per sostituire il fegato.. E ci credo che è buona:D
    :**

    RispondiElimina
  32. Leggo e memorizzo, appena finisco la dieta terribile a cui mi sto sottoponendo, ti chiamo e me li mandi con posta celere.
    Non vorrei rovinare tutto facendo tutto da sola.
    Fantastica. baci

    RispondiElimina
  33. sono da manuale davvero splendide...bacio simmy

    RispondiElimina