Passa ai contenuti principali

mandarinello



E-lo-so, sono un po' assente ultimamente.
E-lo-so, ho i miei buoni motivi ma voi non ve ne potrebbe fregare una beata...
E-lo-so, siamo ormai un po' fuori stagione, per questa preparazione.
Con questo ve la voglio comunque lasciare, questa ricetta-non ricetta, che per me è quasi "un piatto del riciclo".
Che fare con le scorze dei miei mandarini non trattati? Il mandarinello.
Buttarle era un peccato e poco importa che in famiglia si sia un po' anti-alcool; in parte l'ho regalato ed in parte lo sto usando, con moltissima parsimonia, nei dolci.
Credo che, non fosse altro che per la tinta di cui ci si può beare durante il riposo delle scorzette in alcool, questo liquore meriti di essere fatto!
In questo periodo naturalmente ci si potrà sbizzarrire con il limoncello, mentre da parte mia attendo "ansiosa" l'autunno per vedere se i miei aranci, piantati da poco ed ancora piccolini, mi regaleranno qualche frutto per la versione all'arancia di questo liquore. 
Preciso che mi sono documentata un po' circa il calcolo della gradazione alcolica e così facendo ho anche scoperto la ragione per cui si calcola "a volumi".
In sintesi nel calcolo in questione bisogna considerare non solo la diluizione con l'acqua ma anche la quantità di zucchero. Molto approssimativamente con questa ricetta otterrete un liquore a 36 gradi (very good, a detta di chi l'ha assaggiato!); volendo abbassarne la gradazione si dovrà aggiungere una quantità maggiore di sciroppo.


Ingredienti:
500 grammi di mandarini non trattati medio piccoli da cui ho ricavato 100 grammi di scorzette private della parte bianca (albedo)
500 grammi di alcool per liquori 
300 grammi di zucchero


Esecuzione:
mettete le scorzette in infusione in alcool per 2 settimane, in luogo fresco e buio.
Passato questo periodo filtrate bene la preparazione (io tre volte), foderando un colino con due fogli di scottex oppure utilizzando i filtri per caffè che si trovano in commercio.
Pesate 600 grammi di acqua, aggiungete lo zucchero e fate scaldare finché lo zucchero sarà totalmente sciolto. Non occorre lasciar bollire.
Non appena freddo mischiate lo sciroppo con la parte alcolica.
Imbottigliate e conservate al fresco ed al buio fino a consumazione.

Commenti

  1. sfruttando il titolo del tuo precedente post..
    semplicemente "squisito"..
    brava
    baciotti
    e-non-ti-preoccupare.. presente o no, noi ti sentiamo sempre!
    bai

    RispondiElimina
  2. Ma che bello! Mi piacerebbe farlo,nel caso qui trovi I mandarini.Chiaramente,da brava astemia,dovrei poi regalarlo,ma e' un regalo favoloso.
    Un bacetto.

    RispondiElimina
  3. amo i liquori fatti in casa, spesso li preparo e li regalo.-)

    RispondiElimina
  4. caspita...al mandarino non ho mai fatto liquorini...mi salvo il tutto!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Si dice mandarineddo...insomma...

    RispondiElimina
  6. BUONO IL LIQUORE FATTO IN CASA.

    RispondiElimina
  7. In casa mia l'adddeta ai liquorini è mia madre: ne fa di tutti i tipi e di tutti i gusti! Le passerò anche la tua ricetta, ma di certo non le passerò la gioia di scoprire un tuo nuovo post. Vero era da tanto che mancavi, ma quando torni.... è sempre un grande piacere leggerti e scoprire le tue foto, i tuoi colori e le tue ricette! Buon WE mia cara e .... mi sei mancata in questo periodo.

    RispondiElimina
  8. E ha ragione Tinny questo è un mandarineddo, anzi un favoloso mandarineddo!!!
    Foto da favola come sempre e hai proprio ragione il colore e favoloso e io un bicchierino me lo berrei volentieri :)
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. Capita cara Faustidda. Dicevo giusto ieri a Fede che fortuna abbiamo sempre qlc in archivio per i non si sa mai è visto che qui fa ancora tanto freddo, una ricetta del mandarinelli ci sta! Una ricetta vera peraltro, hai indicato dosi e tutto! Io sto col mal di gola, l'essenza dei mandarini e' arrivata sin qui grazie alle foto stupende, grazie!

    RispondiElimina
  10. Io ho appena fatto quello alla cannella...sono tutti buoni, baci Rosalba :)

    RispondiElimina
  11. bellissimo colore il tuo mndarinello e non preoccuparti...capita a tutti un momento così! io ti capisco...davvero un'idea bellissima questo liquore, complimenti!

    RispondiElimina
  12. deve essere delizioso, mi sono sempre cimentata poco con i liquori, mi sa che è ora che inizio...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  13. Massì, buttiamoci sull'alcol ! :-)
    Se solo avessi tempo, questo mandarinetto homemade richiama la mia attenzione...
    PS: sulla mancanza di tempo, stendo un velo pietoso.

    RispondiElimina
  14. Nelle sere estive è così piacevole gustare un bicchierino in modo rilassato, tra parole, risate, aria tiepida della sera, calma...

    RispondiElimina
  15. Anche se fuori stagione io metto da parte la ricetta per il prossimo anno... Ha un colore splendido!

    RispondiElimina
  16. ma io tendenzialmente astemia me ne berrei un bicchierino ... in qualsiasi stagione!

    RispondiElimina
  17. una ricetta da tenere da parte e da provare assolutamente!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  18. Non preoccuparti, siamo tutte un po' assenti ultimamente, come questa primavera. Non importa il ritardo, apprezzo quel liquore dei tuoi fantastici mandarini e mi incuriosisco per quello di arance... Se tanto mi dà tanto avrai degli ottimi risultati!
    Già, tu sei quella astemia! ;)

    RispondiElimina
  19. Che bello!Che colore incredibile!
    Un bacione,carina!

    RispondiElimina
  20. Oh, che bello se vengo a bussare me ne offri un bicchierino!!!Ciao!!!

    RispondiElimina
  21. ma guarda,,, un pochino ne prendo volentieri, così per scaldare il cuore, con questo freddo !
    A domani !!!!

    RispondiElimina

Posta un commento