w

10 maggio 2013

semplicemente... friselle


Come fare per valorizzare un ingrediente di qualità? Puntare alla semplicità.
E' davvero una ricetta semplice, questa delle friselle, un lievitato di origine pugliese ma presente in diverse varianti un po' in tutto il meridione d'Italia.
La mia è la versione "condita". Ho scelto così, per valorizzare al massimo l'olio e.v.o. Racciopella, ottimo monocultivar prodotto dalla Olivicola Titerno; un olio dal sapore delicato e morbido, adattissimo anche e soprattutto per condire "a crudo".
In sintesi, olio sia all'interno dell'impasto che a crudo, per esaltare il sapore delle verdure e del "companatico".
Lo stesso olio è stato utilizzato da Sabina per la sua zuppa di Eduardo, da Stefania involtini di riso con pollo, tacchino e carote e  da Pat per il suo uovo pochè su vellutata di asparagi.
Naturalmente queste ricette insieme a tutte le altre fino ad oggi pubblicate, le potrete trovare sul sito Città dell'olio.



Ingredienti:
500 g di farina di grano duro
250 g d'acqua
50 g di olio e.v.o. Racciopella
10 g di lievito di birra
10 grammi di sale
un cucchiaino di zucchero


Esecuzione:
impastate brevemente la farina con l'acqua, il lievito e lo zucchero, poi aggiungete l'olio extra vergine d'oliva ed il sale. 
Lavorate l'impasto per una decina di minuti se utilizzate l'impastatrice, di più se lavorate a mano.
Al termine dovrete ottenere un impasto setoso e morbido.
Nel caso di lavorazione "a macchina" manipolate ancora brevemente la pasta, poi formate una palla, ponetela in una ciotola, coprite e mettete a lievitare in luogo tiepido ed al riparo da correnti d'aria fino al raddoppio (due ore circa; dipenderà comunque dalla temperatura esterna).
A lievitazione avvenuta sgonfiate delicatamente l'impasto poi dividetelo in parti dello stesso peso (io ne ho ricavato una decina di circa 80 g l'una).
Ricavate altrettanti cilindretti lunghi 20 cm circa e di 2 cm di diametro, poi chiudete a ciambellina.
Disponete le friselle, distanziandole, in teglie coperte da carta forno per la ripresa della lievitazione (un'ora circa) poi cuocete a forno caldo, a 200 gradi, per circa 10 minuti, fino a leggera coloritura.
Estraete dal forno, lasciate raffreddare e tagliate i panini a metà, in senso orizzontale.
Rimettete del friselle in forno per la biscottatura avendo cura di lasciare il taglio "a vista".
Cuocete per circa venti minuti a 170 gradi facendo attenzione che non brucino.
Un volta raffreddate le friselle potranno essere condite a piacere, andranno comunque prima passate velocemente sotto un rubinetto aperto in modo che l'acqua le ammorbidisca.
Io ho utilizzato pomodoro fresco, sale ed origano; un classico completato da un giro d'olio Racciopella crudo. Per l'altra frisella ho invece usato ricotta seirass (un'eccellenza piemontese) condita con olio, sale e pepe, competando il tutto con le fave del mio orto. Ottime entrambe.

         

50 commenti:

  1. Complimenti davvero spettacolare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Agata.
      Non riesco a trovare un tuo blog... se ne hai uno!
      Nel caso, fammi sapere qui :))

      Elimina
  2. ho visto la ricetta su un libro ma era spiegata malissimo, grazie sono stupende e proverò a farle adesso:-)

    RispondiElimina
  3. Che belle le friselle, ma sai che non ho mai pensato di realizzarle in casa?
    Durei che saranno il piatto perfetto della prossima estate, come sempre la tua presentazione è da schianto!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. adro le freselle e le tue sono perfette...mi ricordano la mia infanzia calabrese e i profumi d'estate...complimenti mia cara!

    RispondiElimina
  5. hai ragione,Fausta!!semplici ma strepitose,le tue friselle!!!le adoro,specialmente con l'arrivo dell'estate!!un bacione e sereno weekend,cara^;*

    RispondiElimina
  6. MAMMA CHE BUONE , IO LE ADORO, IN CASA MIA NON MANCANO MAI ,LA MIA MAMMA LE FA SEMPRE E SONO UNA DELIZIA SOPRATTUTTO IN ESTATE,,,, LE TUE SONO PERFETTE E INVITANTI....UN ABBRACCIO.

    RispondiElimina
  7. Friselle = estate = mare = testa che parte...
    Sono uno spettacolo...e te lo dico da pugliese DOC !
    Sono la mia cena estiva ideale..puoi condirle come vuoi, e non ti sbagli mai !
    Un bacione :))))

    RispondiElimina
  8. Ecco appunto, mi hai ricordato che ne ho un pacco in dispensa: prima userò quelle e poi proverò a farle seguendo la tua ricetta........Ricotta e fave: abbinamento perfetto!!!

    RispondiElimina
  9. una vera golosità questi bocconcini molto estivi. Ho letto da qualche parte che le friselle sono in realtà nate per caso, da uno sbaglio di un garzone panettiere che cercò di recuperare per non buttare tutto..
    Grazie Cara Faustidda.. a presto!

    RispondiElimina
  10. Io adoro le freselle... appena arriva l'estate ne facciamo delle panzate! Che belle fotografie.... Mi piace questo ggiro d'italia che ci stai facendo fare con l'olio!Un bascio!

    RispondiElimina
  11. Queste mi mancano.....ma che cosa sono quelle con favette del tuo orto,ricotta e pomodorini? Io mi faccio la domanda ed io mi rispondo: una MERAVIGLIA!!!!!!
    Buon fine settimana a te.

    RispondiElimina
  12. Stupende e golosissime!
    È vero, spesso la semplicità (soprattutto se preparata e condita con alimenti di qualità) è quella che fa la differenza, e che rende un piatto davvero gustoso..
    Un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
  13. Se non bastavno le freselle, ci hanno pensato le fave appena raccolte nell'orto a darmi la botta di grazia!!! Non solo bocconcini prelibati, pure belle assai :) Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  14. semplicemnte si ma che friselle fantastica quella con le fave

    RispondiElimina
  15. Carissima, un ottimo olio ha dato ottime friselle, beato chi se l'è mangiate!!!Ciao, buon w.e.

    RispondiElimina
  16. Belle, belle, belle, anzi stupende!
    D'estate sono il mio piatto preferito, non mancano mai a casa mia!
    Foto splendide
    Complimenti
    Marilù

    RispondiElimina
  17. semplicemente meravigliosa........e buonissima. Senza tante parole! ;)

    RispondiElimina
  18. Fausta carissima, ma pure le friselle hai fatto???
    Con te non ci si annoia mai e c'è sempre da imparare, ti adoro!!!
    Io pure ultimamente latito (causa mamma con frattura del femore) sul mio e sugli altrui blog, ma quando passo di qui resto sempre incantata dalle immagini e dalla tua bravura in cucina.
    Un bacione

    RispondiElimina
  19. che meraviglia...mi fai venir voglia di addentare il video del pc un abbbraccio amica mia

    RispondiElimina
  20. ma lo sai che ogni volta che vedevo le friselle al supermercato mi dicevo che volevo trovare la ricetta per farle ed ora eccola!!! le tue sono perfette e ben farcite:)
    un bacio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  21. Sono veramente belle e le favette dell'orto una meraviglia.Bravissima come sempre.
    Buon weekend!

    RispondiElimina
  22. Io ci vivo in estate di freselle, ci metto di tutto sopra e le adoro perchè quel loro sapore scrocchiarello mi piace da matti e adesso che ho la tua ricetta proverò a farle in casa anch'io!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  23. Tu sei mitica. Io sono innamorata della tua abilità di panificatrice. Nel tuo blog si trovano ricette che io voglio fare da una vita e tutte sono assolutamente magnifiche. Devo solo trovare il coraggio. Questa per esempio, potrebbe essere la mia risorsa estiva...me ne faccio una mezza tonnellata e poi non cucino per tutta l'estate, tanto le varianti di farcitura...a' voglia!
    Le amoooo...
    Brava Fausta, davvero. Pat

    RispondiElimina
  24. Tu mi fai venire voglia di panificare... Mi dico, forse riescono anche a me... Proverò la versione senza glutine, perché mi hai fatto venire una gran curiosità!

    RispondiElimina
  25. Interpretazione fantastica e azzeccata. E poi ho finalmente capito come si fanno le friselle...le proverò assolutamente con il lievito madre. E poi i colori solari, le foto...ti ho già detto che sei bravissima vero????
    Ti abbraccio
    Sabina

    RispondiElimina
  26. Le ho mangiate ieri sera le friselle :) Le adoro! Certo, le tue hanno quel tocco in più. Bacini

    RispondiElimina
  27. Che belle le friselle..mi piacciono tanto, con i pomodori e un pò di olio extravergine ..è il massimo.
    Un grande abbraccio .
    Incoronata

    RispondiElimina
  28. Ecco ne ho avuto la conferma! Ho sempre pensato che tu sia un numero uno, e questa ricetta lo ha confemato! le friselle sono in molti ad amarle, ma farle in casa sfido qualsiasi persona.... poi arrivi tu... e ci illustri con foto, parole,... e .. sei semplicemente bravissima! Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  29. Complimenti per il post, belle le foto e la ricetta. Un abbraccio

    RispondiElimina
  30. Le freselle sono una delle cose che preferisco di più in assoluti.. Buonissime con l'olio, pomodorini e quel profumo di basilico che sa di estate.
    Golosità !Mi hai fatto venire una voglia ma, vista la mia dieta, potrei solo se fossero di tofu e senza olio e senza questo e quello, insomma senza gusto. rinuncio e attendo tempi migliori.
    Baci e buona domenica

    RispondiElimina
  31. bihhhhh queste mi mancano! non le ho mangiate! mi accodo a Stefania e proverò GF! grazie e bacioni :-X

    RispondiElimina
  32. maddai... sono perfette!
    che dici, ce la posso fare?
    MAH.....

    RispondiElimina
  33. Ciao, le friselle ci piacciono davvero moltissimo, complimenti per averle fatte home made! Bella l'idea di queste face fresche e leggere, ce le ricorderemo alla prossima!
    baci baci

    RispondiElimina
  34. Bellissime! Sembrano comprate ma sono al 100% molto più buone ^_^
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  35. e pensa che io sto sempre a comprarle le devo provare complimenti

    RispondiElimina
  36. Non ho mai assaggiato le friselle, ma devo dire che vedendo il loro aspetto sono sicuramente di mio gradimento.
    Puntando sulla semplicità non si sbaglia mai!

    RispondiElimina
  37. Le friselle non ho mai provato a farle, le tue hanno un aspetto molto ....molto allettante

    RispondiElimina
  38. Quanti ricordi nel vedere queste friselle!!! da piccola era la mia merenda preferita, non volevo altro e la mia mamma me la preparava ogni giorno con amore :-) grazie cara per avermi riportato indietro con i ricordi :-) un abbraccio, Ros

    RispondiElimina
  39. ma che idea carina e sfiziosa, perfetta per un buffet in giardino!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  40. Scusami Faustidda, praticamente queste frise perfette le hai fatte tu...questo vuol dire che se seguo la tua ricetta e sglutino opportunamente potrei riassaggiare questa delizia (che da me in Puglia è la merenda pomeridiana per eccellenza). Stupenda. Come te d'altra parte. Ho letto del tuo blog su Donna Moderna new edition. Parole sante, sei proprio brava!!
    A presto, Ellen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi le ho postate gluten free. Mi sono venute stupende. Grazie per l'ispirazione!
      Ellen

      Elimina
  41. Faustidda cara... ho ancora il ricordo della grande soddisfazione che ho provato a farle in casa. Tutta un'altra storia, tant'è che da allora non riesco più a mangiare quelle commerciali. Non esiste proprio. Ma quanto sono buone e belle, mettono allegria. Tu ce le proponi egregiamente puntando sulla qualità degli ingredienti. Brava!!!

    RispondiElimina
  42. Dalle mie parti (Salento) si chiamano frise, non hanno il buco e sono molto più dure e spesse di queste (tanto che prima di consumarle devono essere ammollate in acqua per qualche minuto). Non so come siano in altre parti della Puglia, ma sicuramente in Calabria sono così, come le hai fatte tu. Comunque la frisa è buona sempre, alta o bassa che sia, con buco o senza buco! E poi è pratica e versatile: sapessi quante volte mi ha risolto il pranzo o la cena!!! :-) Bella la tua presentazione che ricorda il tricolore ;-)

    RispondiElimina
  43. io di solito le compro..ma ora le voglio provare...bellissime che sono..

    RispondiElimina
  44. una gran bella idea queste friselle presentate come delle paris brest, brava

    RispondiElimina
  45. Non ci credo... le ho mangiate proprio oggi!!! Anche se non fatte da me... a saperlo ti avrei chiamata! :D Le freselle per me sono l'Estate, il mare, i pranzi leggeri... con questi ultimi due post mi hai fatto salire una voglia tremenda di agosto... :-)

    RispondiElimina
  46. che buoneeeeeeeee!!
    loro sono proprio ESTATE!
    Buonhe buone e ancora buone!
    Buona serata!
    Vale.

    RispondiElimina