w

27 settembre 2013

torta: caramel mud cake


Per una strana concatenazione di eventi cercavo in rete una torta al caramello e tra le varie ricette interessanti, di cui ho fatto tesoro e con le quali mi confronterò... prima o poi, in un sito australiano ho trovato questa.
In realtà col caramello c'entra davvero poco; la colorazione è data dall'utilizzo di zucchero di canna scuro (per me quello non raffinato del commercio equo-solidale). 
L'ho voluta fare in uno stampo da plum cake, in modo che risultasse più alta ed umida e credo sia stata la scelta giusta. Anche l'aggiunta di mele (sarò banale, ma le mele nelle torte a me piacciono sempre!) è stata una scelta azzeccata: questa torta è molto buona e morbida ma forse le manca quel briciolo (briciolo davvero!) di umidità in più a cui proprio le mele sopperiscono.
Per il resto i miei soliti piccoli cambiamenti... olio evo al posto del burro, ad esempio.
L'esecuzione è davvero semplice e veloce, il che non guasta mai.
Vi lascio anche le dosi e gli ingredienti originali *, nel caso voleste riprodurla così com'era, ma io rifarò sicuramente la mia versione.


Ingredienti:
250 grammi di farina 00
2 uova
60 grammi di olio e.v.o. (ligure taggiasco)
100 grammi di panna da montare
100 grammi di cioccolato bianco
100 grammi di zucchero di canna scuro
90 grammi di acqua
un cucchiaio di sciroppo d'acero
un pizzico di sale
essenza di vaniglia q.b.
una bustina di lievito
una mela e mezza circa
un cucchiaio di zucchero semolato (bianco)


Esecuzione:
In un pentolino mettere la panna, il cioccolato spezzettato, lo zucchero di canna, l'acqua, lo sciroppo d'acero e far sciogliere gli ingredienti a fuoco dolcissimo; ci vorranno pochi minuti. Lasciar raffreddare poi aggiungere l'olio, l'essenza di vaniglia ed il sale.
Unire anche le uova, una alla volta, incorporandole bene al composto. Infine aggiungere la farina setacciata col lievito e sbattere il composto con l'aiuto di una frusta elettrica in modo da eliminare eventuali grumi.
Sbucciare le mele e ridurle a fettine spesse mezzo centimetro circa. 
Versare l'impasto in uno stampo a scelta, imburrato ed infarinato oppure coperto da cartaforno; disporre le mele a fettine, verticalmente, a distanza di un centimetro l'una dall'altra.
Spolverizzare la superficie con il cucchiaio di zucchero semolato e cuocere a 180 gradi per 30/40 minuti circa.
Nel caso dovesse colorirsi troppo, coprire con alluminio a metà cottura. 


* (metà dose)
100 grammi di burro
100 grammi di cioccolato bianco
100 grammi di zucchero di canna scuro
90 grammi di acqua calda
mezzo cucchiaio di golden syrup
un cucchiaino di essenza di vaniglia
un uovo
150 grammi di farina con lievito
zucchero a velo


                     
   
                           
   

19 commenti:

  1. Meraviglioso questa mud cake: adoro il caramello da impazzire e questa ricettina me la segno senza dubbio. Ti abbraccio forte e ti penso spesso anche se poi sono sempre di corsa .... Come il Bianconiglio! Buon WE e tanti baciotti!

    RispondiElimina
  2. Mamma mia !!!! Ma che visone è questa ??? Mi sono innamorata di questo cake ! Grazie per la condivisone e grazie per i tuoi aggiustamenti che trovo assolutamente fantastici ! Ti abbraccio e ti auguro un felice week end :*

    RispondiElimina
  3. uh santo Cielo che meraviglia! secondo te.. se togliessi pure la panna e sostituissi con ricotta e latte? no eh?!'
    certo che la tua versione, burro-free con aggiunta delle mele vince 10 a 1 !
    stupenda

    RispondiElimina
  4. ohhhhh gran bel dolce! mi piace la scelta di ingredienti, baci e buon we

    RispondiElimina
  5. Ma che bel dolce, addirittura in un sito australiano! direi che è valsa la pena di andare cosi lontano a prendere la ricetta!
    a presto bea

    RispondiElimina
  6. Io preferisco la tua versione!Sembra veramente buono!
    Un bacione forte da Grecia,carissima Faustidda!

    RispondiElimina
  7. Ma com'è che sei stata così tanto senza postareee? Dov'eriii?? Ti sembra il casooo?? Cosa caspita c'avevi da fare, ehh??
    Io qui, a postare tutti i santissimi giorni e tu "gniente", il nulla, il non far un bel belino di Gniente!!
    Insomma, non ci si comporta così, proprio no.
    Santissima la Marianna, ormai c'hò una certa età e certe emossioni non me le posso più permettere, lo sai, no?
    Or vado...

    RispondiElimina
  8. Decisamente mi piace!!!
    Però Tinny non ha mica torto neh!!! :)
    Bacioni

    RispondiElimina
  9. Non ho visto la versione australiana, ma la tua è davvero invitante, mi piace moltissimo :)
    ...anche io concordo con Tinny, quando ho visto dal mio blogroll che "finalmente" sei tornata, beh, ho sospirato di sollievo :D
    Bacioni Fausta :*

    RispondiElimina
  10. Sembra veramente DELIZIOSA ! e che bel logo ha il tuo BLOG ! Complimenti :D

    RispondiElimina
  11. Rieccoti!!!!!! Ma ndò stavi???? Meno male che sei tornata, altrimenti mi perdevo questo cake fantastico!! Mò non sparì di nuovo, eh? Un bascione!

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissima, non so chi ti abbia dato il permesso per utilizzare questo spazio solo per inserire un link pubblicitario. Visto che il commento, oltre al link, riportava esclusivamente la dicitura "grazie per la condivisione!" ho deciso per la prima volta nella mia "vita di blogger" di rimuovere il tuo commento, non avendo alcuna intenzione di condividere alcunché.
      Ti sarei anche grata se in futuro girassi altrove. Merci!

      Elimina
  13. Questo è un dolce autunnale in tutto il suo profumo e nel colore... hai scelto il momento migliore per proporcelo... :-) Io poi vado in estasi ormai alla parola "caramello" dopo la vacanza bretone... quindi il richiamo nel nome già mi basta per farmelo piacere! E la forma del plumcake, beh, è la mia preferita...

    RispondiElimina
  14. la foto mi ha conquistata, ho quasi tutto, domani compro lo sciroppo d'acero e lo inforno...ho giusto bisogno di un dolce per colazione!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  15. Se ven muy irresistible su cake muy tentador su dorado y consistencia,abrazos.

    RispondiElimina
  16. Buono!!! Da un po' sto sperimentando la sostituzione del burro con l'olio, questa me la copio ed incollo nelle ricette da fare assolutamente.
    Ciao.

    RispondiElimina
  17. ma è meravigliosa,Fausta!!quell'aspetto cosi' rustico e goloso,mi piace moltissimo ;) la segno...sperando di trovar lo sciroppo d'acero..:)) complimenti e buona settimana,cara ;0))

    RispondiElimina