w

07 novembre 2014

polpettine vegetariane, sì ma...



... in rosso!
E sì, perché, visti i temi in gara, mi sono voluta lanciare anch'io, fuori concorso ;) , tanto per mettermi alla prova. 
Forse i piatti più difficili sono proprio i secondi, che dovranno avere tinte rosso-rosa-viola... ma con un pochino di applicazione ce la si fa, anche se non si è carnivori (presente!) e/o si vuole tralasciare la carne cotta al sangue, tartare di pesci a carni rosse, o similia.
Insomma, ci sono tante verdure e tuberi in quelle nuances che ci aspettano là fuori! Basta solo scovarli.
Io ho usato la barbabietola, sicuramente la soluzione più banale, ma efficace. Queste polpettine - forse dovrei chiamarle crocchette ad essere sincera -, ai legumi e poco altro sono venute di un color fucsia intenso da far paura. Bellissime. 
Si accompagnano molto bene con una salsina a base di formaggio fresco, ma saporito, per me caprino "spalmabile" appena condito e completato con un po' d'erba cipollina.
Sono buone come la versione classica? 
Sono sincera, per me no! Sono comunque molto gustose e gradevoli e rappresentano una valida alternativa vegetariana e assai leggera alle "sorelle" tradizionali. 
Insomma, io un piccolo suggerimento l'ho dato, ora tocca a voi.
Che aspettate a mettervi in gioco?




Ingredienti:
240 gr di fagioli cannellini già lessati
50 gr barbabietola cotta (in forno o lessata - peso netto)
50 gr di farina di riso (dose indicativa)
20 gr di parmigiano grattugiato
15 gr pangrattato + altro per la panatura
una cipolla rossa medio-piccola
uno spicchio d'aglio
un cucchiaio d'olio estravergine d'oliva  
scorza grattugiata di un limone
sale, pepe, peperoncino, zenzero q.b.
per la salsa:
formaggio caprino fresco
olio extravergine d'oliva
sale, pepe, erba cipollina fresca


Esecuzione:
pulite la cipolla e affettatela, poi fatela appassire in padella con il cucchiaio d'olio extravergine d'oliva.  Cuocete finché sarà tenera, aiutandovi con un poco d'acqua; al termine lasciate asciugare molto bene sul fuoco, poi trasferite in una ciotola e lasciate raffreddare.
Frullate la cipolla con i fagioli, la barbabietola a tocchetti, lo spicchio d'aglio e la scorza di limone, riducendo tutto a purè.
Unite alla crema il parmigiano, il pangrattato e la farina di riso necessaria a ottenere un composto morbido ma  non molle e appiccicoso.
Regolate di sale e pepe e, a piacere, aromatizzate con il peperoncino e lo zenzero in polvere. Lasciate riposare il composto per un quarto d'ora, poi formate delle palline, rotolatele nel pangrattato per rivestirle uniformemente e trasferite su una teglia coperta da carta forno.
Cuocete in forno, a 180 gradi per 20 minuti circa, finché le crocchette avranno sviluppato una crosticina croccante. 
Per la crema di caprino lavorate bene il formaggio con una forchetta per renderlo cremoso, conditelo con olio extravergine d'oliva, sale e pepe e regolatene la consistenza "allentando" con un po' d'acqua o latte scremato; completate con l'erba cipollina fresca tagliuzzata.
Servite le polpettine vegetariane calde con la crema al caprino, completando il tutto con insalata trevigiana.  


                     
   
                           
   

20 commenti:

  1. sarà che il rosa è in assoluto il mio colore preferito, che tutte le sue sfumature sono per me un incanto continuo e una passione travolgente. ma io queste polpettine qui, pur non amando affatto la barbabietola, le proverei subito. Bellissime, romantiche, invitanti, è perfino un peccato mangiarle!
    No ma io come faccio a presentarvi una ricetta delle mie per il contest? a sti livelli??
    beh ci provo dai. ma non aspettarti simili capolavori!
    Buon fine settimana faustina bella. e tanti baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella, ma che livello, è tutta scena. Tu farai sicuramente meglio, lo so!
      La barbabietola sono in molti a non amarla, per quel suo sapore dolciastro, ma sai? Mischiata agli altri ingredienti non si sente, in compenso dona una tinta unica!
      Un buon fine settimana anche a te! <3

      Elimina
  2. sono veramente molto belle ed è naturale che non siano la stessa cosa delle tradizionali, ma sono un'ottima soluzione, biosgna giocare un po' con le spezie :-) ho visto solo ora il contest, è molto invitante, mi metto all'opera!
    buon week end
    raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffaella, dai che ti aspettiamo!!! Non è così difficile come sembra... Un bacione :)

      Elimina
  3. Faustidda... sei un MITO
    Ho della barbabietola già aperta, da far andare assolutamente e, considerando che le polpette erano già in pista per questa sera, la aggiungo. Cosa che mai avrei pensato di fare. Gli altri ingredienti però non saranno i cannellini, perché io ho già li belli pronti del petto di pollo e del prosciutto cotto (tinte perfette), dunque col prodigioso bimby stasera faccio una magia in rosa ;)
    grazie, buona serata con gli amici!
    E le foto sono uno spettacolo. Brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia, ma poi ce le farai vedere? io aspetto la tua ricetta e il tuo scatto!
      baciotto :)

      Elimina
  4. ti giuro che a guardare le foto senza leggere il titolo pensavo fossero dei bon bon dolci ed invece ....tu sei un genio! Ti sei messa in gioco ed io ti do l'oscar !! Ma che voglia di assaggiarle!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice. Ok, prendo l'Oscar e scappo... in cambio vi lascio le polpettine. :D :D :D . Grazie! Un bacio (se ti volessi mettere in gioco anche tu... noi non diciamo di no, eh? ;) ) ahahahah...

      Elimina
  5. I colori sono come le parole: mille sfumature, mille significati, mille simbolismi... un gioco bellissimo e divertente... la cucina lo dimostra e queste polpette sono tra le più sfiziose che abbia mai visto, in tema di pois da mangiare... stai certa che proverò a farle e sarà un piacere abbinare tavola e props, come hai fatto tu! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pois da mangiare... mi piace. Non finirò mai di sorprendermi per il tuo uso delle parole; con esse sai costruire un mondo pieno di immagini e sensazioni. Un bacio :*

      Elimina
  6. bè le polpettine di legumi non sono certo paragonabili alle classiche. a me piacciono moltissimo (fosse per me ridurrei tutto o a polpette o in vellutate) soprattutto con ceci, rosmarino e limone. questa versione colorata e vivace e stupenda, sembrano dei dolcetti *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah... Alice, com'è facile ingannare l'occhio eh? Però erano "godibili" e carine ;) . Un abbraccio e buona domenica. (p.s. ceci, rosmarino e limone, ok, segnato! ;) Ciao

      Elimina
  7. Ma che spettacolo Fausta!!!! Adoro questo colore e se mi presentassi davanti un piatto così, potrei anche mangiarle queste meraviglie...nonostante la presenza della barbabietola che non mi aggrada particolarmente...ma sono talmente belle!!!! Si, si, si, le mangerei, garantito! :-)
    Carissima, il banner l'ho inserito nella pagina dedicata ai contest a cui partecipo, va bene lo stesso?
    Un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, ti assicuro che la barbabietola non si sente per nulla! Per il banner ok così, stai tranquilla:) . Un bacione

      Elimina
  8. vedo bene??? polpettine rosse???noooo, di tutto avevamo visto ma mai questo!!!^_^ bravissima

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. grazie Mariabianca... ma saranno buone??? :D

      Elimina
  10. Invitano all'assaggio! E oltre ad essere belle devono essere anche buone, guardando la lista degli ingredienti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro i legumi, molto più della carne... Ciao Elena, a presto :)

      Elimina