Passa ai contenuti principali

curry di ceci, broccoli e pomodorini



Lo so, la primavera avanza a grandi passi, anzi, oserei dire che qui da noi è già arrivata, ma questa ricetta, forse ancora un po' troppo invernale, non me la volevo lasciar sfuggire. 
Così, prima di dedicarmi a qualche verdura un po' più in linea con la stagione, ho cucinato ancora i broccoletti -che io adoro- con i ceci, che stra-adoro, specie da quando ho scovato e provato quelli di Merella, un paese in provincia di Alessandria.
Perché li considero eccezionali? Sono piccolini, la cuticola sottile e dopo 12 ore di ammollo cuociono perfettamente in pentola normale in un'ora, diventando tenerissimi, che si disfano in bocca, senza trucco e senza inganno.
Abituata come sono a ceci che senza pentola a pressione ci mettono una vita ad assumere una consistenza passabile, la cottura di questi è davvero una passeggiata. E una volta cotti non li devo neanche sbucciare.
Il libro da cui ho tratto la ricetta è Vegetariana, curato da Martha Stewart (attenzione! Dico curato perché in realtà non è della Stewart, ma il libro riporta la dicitura dalle cucine di ... detto per inciso mi sorge spontanea una domanda: ma quante accidenti di cucine avrà, la Martha internazionale?).
Ho solo leggermente variato la ricetta mettendo broccoletti al posto del cavolfiore, togliendo gli spinacini e sostituendo il coriandolo con prezzemolo. 
Lo so, le due erbe non hanno lo stesso sapore, ma il coriandolo fresco non riesco a trangugiarlo e sono riuscita a capirne la ragione da poco, quando ho letto che il nome della pianta deriva da cimice per via dell'odore poco gradevole emanato dalle foglie. 
Insomma sembra che l'umanità si divida in due: chi lo ama alla follia e chi lo odia. Pare addirittura che alla base della repulsione ci siano fattori etnici e genetici.
Ecco, io sono ufficialmente nel fattore etno-genetico-NO.
Infine ho unito anche del latte di cocco, non previsto nella ricetta originale, ma ne avevo un avanzo - da questa torta - e ho voluto provarlo visto che è spesso presente nelle preparazioni indiane.
In sintesi: un piatto assai godibile e replicabile anche con verdure diverse.



Ingredienti (per 4 persone):
400 g di ceci già cotti con 150 ml circa di brodo cottura (oppure stessa quantità brodo vegetale, o acqua)
340 g di pomodorini piccadilly o ciliegia (2 trametti)
250 g di broccoletti già puliti
120 ml di latte di cocco
una cipolla
un pezzetto di zenzero fresco
un cucchiaio e mezzo di curry
spicchi d'aglio (secondo gusto; io 6 perché l'aglio arrostito mi piace molto)
qualche foglia di prezzemolo fresco
olio extravergine d'oliva
sale e pepe
inoltre, per accompagnare:
200 g di riso thai o basmati da lessare


Esecuzione:
dividete i broccoletti a cimette, sbucciate gli spicchi d'aglio, mescolate, oliate, salate e trasferite tutto in una teglia. Da un lato mettete anche i rametti con i pomodori, condite anch'essi con un filo d'olio, salate e infornate a 180° per una ventina di minuti, finché le verdure saranno tenere e leggermente colorite. Nel caso si coloriscano troppo in fretta aggiungete due/tre cucchiai d'acqua. Spegnete il forno e lasciate in caldo.
Verso la fine della cottura delle verdure tritate la cipolla e fatela appassire in olio, allontanate momentaneamente dalla fiamma, unite lo zenzero tritato e il curry, mescolate bene, riportate sul fuoco e mescolate ancora per pochi secondi.
Aggiungete la metà dei pomodorini, i ceci, 150 ml di acqua di cottura dei legumi, coperchiate e cuocete a fuoco basso per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto; nel frattempo lessate anche il riso lasciandolo al dente.
Eliminate o no, secondo vostro gusto, le bucce dei pomodori, poi unite anche il resto delle verdure cotte in forno e il latte di cocco.
Lasciate addensare per pochi minuti, mescolando, finché la preparazione avrà assunto la consistenza desiderata; potrete comunque correggere unendo ancora un po' di brodo oppure prolungando di qualche istante la cottura.  
Regolate di sale e pepe, cospargete con prezzemolo fresco tritato e servite insieme al riso.


Commenti

  1. Fausta e me lo chiedi pure se mi piace??? Bellissime le foto e sicuramente buonissimo tutto! Anch'io adoro i ceci e quelli di Merella saranno buonissimi....quanta ispirazione da questi libri che ci tengono compagnia. Io pian piano sto testando ogni ricettina che mi hai inviato. Ne resto così entusiasta ogni volta!
    Ancora brava Fausta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì sì, confermo, buoni e tenerissimi; ho ritrovato il piacere di cucinare i ceci partendo da quelli secchi :D . Anch'io sto testando parecchie ricettine; una più buona dell'altra. A presto con nuove scoperte!!! Grazie per essere passata e per i complimenti, Melania :*

      Elimina
  2. Sono in tanti a non amare il coriandolo...a me non dispiace, ma in piccolissime dosi, se è tanto, mi disturba.
    Questa ricetta è fantastica, nelle mie corde. Adoro i piatti così, riso, verdure e legumi...con quel tocco etnico che rende tutto un po' più speciale :)
    Le foto, poi, sono bellissime! Una botta di vita :)
    Ti auguro una buona giornata e ti mando un bacino affettuoso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, sono contenta che le foto ti paicciano. Quanto alla ricetta... beh, un piatto completo che è èpiaciuto tanto anche a me! Un bacione :*

      Elimina
  3. Allora cominciamo da qui, chissà perchè nella mia mente malata quando leggo curry io mi immagino sempre una sorta di crema, di hummus e sbaglio di crosso qui tutto è ben definito, secondo proverò e cercherò i ceci che citi perchè mi sembrano perfetti :-) poi continuando, lasciamo perdere quante cucine ha la Martha, a me ne basta una sola. Il coriandolo a dire il vero non lo trovo molto differente dal prezzemolo e siccome non lo trovo mai lo sostituisco sempre con quello :-), per finire tutto questo insieme di buoni ingredienti mi piace un casino (si può dire?) è colorato, morbido, corccante e soprattutto profumatissimo e adoro i profumi, ergo, stampo e ci provo, se ho bisogno ti chiamo, tanto lo so che mi guardi dalla finestra :-) Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. casino si può dire! ahahah... eccerto che ti guardo dalla finestra; sono sempre curiosa di vedere quel che preparerai e non resto mai delusa. In questo piatto è tutto bene definito perché io non amo molto le cose troppo brodose, a meno che non si tratti di minestre :D; comunque sia potrai dosare tu il liquido, per trovare la consistenza che ti piace di più. Aspetto le tue variazioni! Un bacione

      Elimina
  4. Ne voglio una pentola, assolutamente tutto da provare! Ma sai che anche io mi faccio sempre sta domanda? Ma quante cucine avrà????? Hahahahaha, beata lei che come minimo ha una ranch in Connecticut, un attico a New York, una palafitta a Malibù e una casa colonica negli Hampton, haaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e vabbè, ma che se ne farà mai di tutte ste case??? A me una basta e avanza :D ... sarà che forse lei ha anche chi gliele pulisce... ahahah... Se provi la ricetta fammi sapere. Ti abbraccio

      Elimina
  5. Ciao Fausta, un piatto squisito e molto originale. Qui da noi la sera è ancora freddino quindo lo trovo perfetto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti le giornate si stanno scaldando solo ora. Ma poi sai che ti dico? A me legumi e cereali piacciono anche nella stagione calda... ahahah... baci!

      Elimina
  6. L'insieme mi intriga molto.
    Per quanto riguarda il coriandolo a me piace, ma non in dosi eccessive; se lo trovo lo compro volentieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. benissimo, allora la tua sarà la versione originaria :) Un abbraccione

      Elimina
  7. Appartengo al tuo stesso ceppo etno-genetico del NO al coriandolo, quindi apprezzo particolarmente la sostituzione con il prezzemolo. Altre particolarità ci accomunano: stra-adoro i ceci anche io e provo una sottile nostalgia all'arrivo della primavera per dover salutare i broccoli fino al prossimo inverno. Difatti prima di congedarmene ne sto facendo autentiche scorpacciate. Questo curry mi piace da morire: inutile dire che lo proverò!
    Baci grandi Faustidda, buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma i broccoli non vanno mai in vacanza! Ci sono aqnche le varietà estive :). Forse li leghiamo un po' troppo all'inverno e poi in estate ci sono altre verdure a cui dedicarci, ma di tanto in tanto, inserire anche il broccolo... insomma, ci piace, perché privarcene? Condivido le tue scorpacciate, che sono anche le mie :*

      Elimina
  8. Una proposta ottima, ma ora mi voglio mettere a cercare questo tipo di ceci sembrano favolosi!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Esme! Forse sono poco conosciuti fuori Regione, ma meritano lo sforzo di cercarli, magari anche in rete. Un abbraccio

      Elimina

Posta un commento