Passa ai contenuti principali

spatzle di piselli con crema caprino, erba cipollina e menta



Gli spatzle (spätzle), passerotti in dialetto svevo, sono piccoli gnocchi tipici della Germania meridionale, ma diffusi anche in Svizzera, Alsazia e... Tirolo; dunque, di diritto, entrano a far parte del  Calendario del cibo italiano che, inutile dirlo, vi accompagnerà come un mantra, almeno su questo blog, fino alla fine dell'anno.
Semplificando - ma il meccanismo è simile a quello dello scorso anno... lo ricordate, no??? -, a ogni giorno dell'anno viene associato un piatto tipico italiano e chi lo desidera contribuisce con una propria versione.      
Torniamo agli spatzle
Per la verità li avevo già affrontati moltissimi anni fa, in una giornata che si perde nella notte dei tempi e lì è rimasta, con il suo impasto spiaccicato un-po'-in-ogni-dove, piano cottura in primis, insieme a una pletora di improperi. I pochi superstiti finiti nel piatto neanche mi erano piaciuti granché, tra l'altro.
Mai più sfidati.
Tanto per non accanirsi contro il destino.
Mai più sfidati fino a qualche giorno fa, quando spulciando tra le varie scadenze del Calendario li ho scoperti, lì dietro, ben nascosti tra una Torta margherita e un Salame di cioccolato.
Spatzle m'hai provocato e io ti distruggo!
Come una novella Sordi nella famosa scena del maccarone, sono partita alla ricerca della ricetta perfetta e l'ho trovata sul sito AIFB, dove altro sennò?  
Ho voluto dare un tono primaverile alla ricetta, sia nella tinta che per gli ingredienti: dunque al posto dei "soliti" spinaci, il colore verde acceso è dato dai piselli e come condimento ho utilizzato caprino fresco, menta ed erba cipollina, che con i piselli stanno assai bene. Poi un pizzico di peperoncino, la freschezza della scorza di limone e qualche mandorla resa croccante dalla tostatura hanno dato il tocco finale.  Molto semplice e veloce, come piace a me.
Sono anche riuscita a risolvere il problema-attrezzino, la grattugina insomma; con un sistema un po' casalingo ho ovviato utilizzando una semplice grattugia manuale per verdure tipo questa, usando i fori più grossi.
E così ho domato l'impasto. Anche se un minimo di spiaccichìo c'è stato, a essere sinceri, ma solo inizialmente; ci si prende in fretta la mano e poi si va veloci come un lampo.
Ed è, a parer mio, anche questa, la forza degli spatzle: la rapidità!
Lessatura dei piselli a parte, che comunque si può evitare con l'impasto bianco, la pastella si prepara in un lampo, ancor prima che l'acqua per la cottura bolla e poi ci si regola come per gli gnocchi: sono pronti quando salgono a galla.
Spatzle m'hai provocato e io me te magno!



Ingredienti (per 3-4 persone):
per gli spatzle
240 g di farina 00
200 g di piselli freschi già sgranati, meglio se piccoli e teneri
2 uova biologiche (pezzatura media)
140 ml di acqua (dose indicativa)
per il condimento
160 g di formaggio caprino fresco (2 caprini)
qualche mandorla pelata (20 g circa) 
scorza grattugiata di un limone non trattato
12 foglie di menta 
poca erba cipollina (2/3 fili)
olio extravergine d'oliva q.b.
sale, pepe q.b.
peperoncino, se piace



Esecuzione
Per il condimento: tagliate grossolanamente le mandorle e tostatele in una padella antiaderente.
Stemperate i caprini con poco olio (se ne aggiungete troppo "straccia") e qualche cucchiaiata di acqua tiepida, fino a ottenere una crema.
Aggiungete le erbe tritate, la scorza di limone, il peperoncino e regolate di sale e pepe. Dosate gli ingredienti a vostro gusto, ma in modo che i sapori non si sovrastino l'un l'altro.
Per gli spatzle:
lessate brevemente i piselli; dovranno conservare il loro colore brillante. Scolate e lasciate raffreddare.
Frullate la verdura con le uova e 100 ml d'acqua. 
Trasferite il composto in una ciotola, unite la farina setacciata e mischiate, poi stemperate ancora con l'acqua tenuta da parte, dosandola in modo da ottenere un impasto colloso di media consistenza (io ne ho utilizzato complessivamente 140 ml, ma la quantità può variare leggermente in base agli altri ingredienti).
Fate cadere l'impasto in acqua salata portata a ebollizione, utilizzando l'apposita macchinetta oppure la grattugia per verdure come ho fatto io. Nel caso, basterà appoggiarla di traverso sul bordo della pentola, prelevare una cucchiaiata di composto, versarlo nella parte con i fori più grossi e premere col dorso del cucchiaio muovendolo avanti e indietro, in modo che la pastella cada a tocchetti irregolari nell'acqua bollente. In parole povere si deve simulare col cucchiaio il movimento della parte mobile della macchinetta.
Prelevate gli spatzle con una schiumarola non appena salgono a galla; col mio metodo meglio farne un paio di cucchiaiate alla volta. E' comunque un sistema talmente rapido che riuscirete a mangiarli caldi.
Condite con la crema al caprino e servite completando il piatto con le mandorle tostate.   



Commenti

  1. Splendidi! Che colore :-)
    Se poi penso che sono fatti senza grattugia mi sembra una magia!
    I sapori mi piacciono moltissimo, tempo fa avevo fatto una crema fredda di piselli e burrata che ora mi vien voglia di rifare..a stagione è quella giusta ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, sì, meraviglia, crema di piselli e burrata! Ti copio :* Il colore sarà splendido allo stess omodo :D

      Elimina
  2. Che bella e gustosa ricetta ! Se volessi prepararla in anticipo per Pasqua come posso fare ?( saremmo in 10 per 4 giorni e devo portarmi avanti con la cucina ). Complimenti ancora e grazie per l'aiuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Circa la preparazione anticipata non saprei risponderti con precisione. Da un giorno all'altro si conservano sicuramente in frigo, ma per 4 giorni non so proprio... non vorrei diventassero molli. Escluderei anche il congelamento, perché penso tireresti fuori una pappetta. Visto che sono davvero veloci il mio consiglio è quello di provare a farli, raffreddarli velocemente, inumidirli con un po' di olio e poi metterli in frigo per vedere di giorno in giorno quanto tempo resistono. Se li fai domani o dopodomani sei in tempo per sperimentare ed eventualmente programmarti per Pasqua! Ciao :)

      Elimina
  3. mi piacciono davvero tantissimo, li ho fatti bianchi, di grano saraceno, di spinaci, di zucca e mille e mille volte, per dirti quanto mi piacciano, ma i pisellini freschi! Non ci avevo pensato, favolosi, rubo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, sono davvero molto versatili e guarda, tu non hai pensato ai piselli, a me mancavale le altre interpretazioni! Farò farò :D Un bacione

      Elimina
  4. Fausta, che bellissimo piatto creativo! Sì, perchè oltre ad aver cambiato verdura agli spatzle, ti sei ingegnata anche manualmente per sostituire l'attrezzo apposito... mi piace chi mette fantasia e se stesso nelle ricette! Perchè in ogni ricetta c'è un po' di noi, lo sai questo, vero? Come nelle foto, ci esprimiamo anche così... e qui vedo una donna che ha voglia di verde, di primavera profumata, di sapori nuovi che sappiano lasciare un segno... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo Francesca carissima! Sicuramente un piatto che in qualche modo mi rispecchia: il colore acceso e, come dici tu, la voglia di primavera. In questo momento sto un po' arrancando per stare dietro al giardino! Insomma, primavera dolce e bellissima stagione, ma a volte la butterei un po' a mare... ahahah... un bacio grosso

      Elimina
  5. Ciao Fausta, che bel piatto, devono essere buonissimi, non avrei mai pensato di fare gli spatzle con i piselli, da provare subito. Grazie di questa bella idea. ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella; provali e non ti pentirai :*

      Elimina
  6. Ecco la seconda che li fa senza grattugia. Ma sai che quasi quasi ci provo anche io? temo piu' scenari come la tua prima volta, ma di fronte a ricette come questa e' difficile resistere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. naaaa, ma che scenari! Alla fine ci si arrangia come si può; come si dice? In mancanza di cavalli trottano gli asini. E vedrai, è molto più facile di quanto si possa credere. Un bacio

      Elimina
  7. Fausta ma che meraviglia i tuoi spätzle!! In pieno stile vegetariano come piacciono a me.... azzeccatissimo l'accostamento menta, caprino fresco e mandorle, e poi i piselli nell'impasto, mi sa che li provo presto!! Approfitto per una info: il grano arso lo fa anche Molino Rossetto, magari lo trovi in zona!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo no, neanche della Molino Rossetto lo trovo, qui! Comunque grazie per il suggerimento e per i complimenti! Un bacio

      Elimina
  8. Per la serie: chi la la dura la vince, eh? Brava. Foto strepitose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazieeee! E già... impasto domato e ora chi mi ferma più??? Un abbraccio

      Elimina
  9. Questi li faccio, questi li faccio, lo ripetevo già solo guardando le foto. Poi sento già in bocca il caprino che si fonde con il sapore dolce dei piselli.... mmmm e poi sono bellissimi anche senza spatzlehobel ...mitica Fausta come sempre. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie carissima, come vedi ci copiamo a vicenda! Io farò sicuramente i tuoi, senza uovo!!! E il mio colesterolo ti ringrazierà :) Un bacione

      Elimina
  10. che bellissima idea cara Fausta...sono davvero originali , squisiti e bellissimi, proprio come mi sembri tu. un abbraccio e complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale! Detto da una persona che ha una fantasia sfrenata come te... beh, ecco, gongolo parecchio :) Un abbraccio

      Elimina
  11. che bellissima idea cara Fausta...sono davvero originali , squisiti e bellissimi, proprio come mi sembri tu. un abbraccio e complimenti

    RispondiElimina
  12. Ehm Ehm Ehm... buon giorno Faustina... senti, mi sa che io vengo a mangiarli da te, poso? ahahahaaa... porto un dolcetto... (ieri ho fatto la tua torta al miele e uvetta! per sorella... che ridere ero alla ricerca di ricetta dolce per lei..ti ricordi che nel post della torta vegana al caffè-cioccolato e cocco, quella stra farcita, ti dissi che mi fa sempre fare ricerche su dolci privi di ogni sorta di cose... ecco allora mi son fiondata qui perché me la ricordavo e perché era anche normale (cioè si fa bene..molte volte si trovano ricette con delle cose, tipo polvere di quello o di quell'altro, gomma di xanta-nonsocosa...e quindi salto sempre, cioè finché si tratta della carruba (che non ho a casa ma che riesco a prendere)), poi mi metto a gironzolare qui e la e scovo lei...la tortina col miele .. e anche se ha un uovo la faccio... per lei....(per me ho già visto i muffins alla segale, che farò con dose doppia e in stampo grande perché non sono molto amica dei muffins ...)
    ma... dicevo.. ah! sti gnocchetti mi hanno sempre affascinata; una volta a casa di un'amica li ho mangiati quelli presi al super, però erano buoni.. verdognoli, agli spinaci...però... sto impasto potrebbe essere buono anche per degli gnocchetti normali, aumentando le dosi della farina, che dici?
    Baci Baci ..
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu, scusa, in fondo sono gnocchetti normali! Pensa che c'è chi li fa senza uovo (e io gli gnocchi li faccio proprio così, senza uovo). Occorre dosare la farina, ovviamente, perché rischi che vengano troppo duri, ma li puoi fare benissimo :) . Sono contenta che qui tu abbia scovato delle ricette che fanno al caso tuo; si tratta di cose semplici, ma in fondo sono sempre le migliori. Anch'io non amo gli ingredienti "strani", spesso non sono nenache necessari! Un bacione

      Elimina
  13. ma che belli!! colori brillanti, sapori abbinati a dovere, e foto da sballo! complimenti, un gran piatto!

    RispondiElimina
  14. Belli e molto fotogenici, non perchè lo sono veramente ma perchè le tue foto mi affascinano sempre.
    Sei bravissima e sono anche contenta che tu abbia vinto sugli spatzle
    , grazie per aver proposto questa tua versione ai piselli, io forse cambierei il formaggio perchè non amo molto il caprino, ma per il resto li gusterei volentieri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. neanch'io adoro il caprino, ma ho pensato che qui ci stesse bene assai... e infatti è proprio così! Divorati anche da mio marito che col caprino proprio non va d'accordo per nulla. Grazie per la tua dolcezza, Manu, ti abbraccio

      Elimina
  15. Ehmmmmm ho appena finito di sgranare una cassa di 7 kg di piselli, potrebbe essere un'idea :-), io li ho fatti una sola volta ed ho pure l'attrezzino adatto, sono colorati e buoni buoni, mi piace!!! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah... 7 kg??? Di questi te ne vengono una vagonata! Se poi hai l'attrezzino sono ancora più veloci, dunque ecco l'idea giusta per portare in tavola un piatto colorato e soprattutto... smaltire un po' di quei piselli! Un bacione

      Elimina
  16. adoro gli spatzle, ma non li ho mai fatti con i piselli, devo provare! Ottima anche l'idea del condimento!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  17. Molto interessante questa versione di spatzle

    RispondiElimina
  18. Li conosco, ma non li ho mai preparati. Che colori che hai usato! Qualcuno forse ha voglia di primavera??? Io assolutamente si! Di respirare aria che profuma di buono e fresco! Di raccogliere fiori, di colorare i piatti come hai fatto tu! Ti superi sempre nelle preparazioni e per me sei fonte d'ispirazione! Un abbraccio forte forte!

    RispondiElimina

Posta un commento